Raffaele Sarnataro

Scientix: La comunità europea per i docenti STEM

 Dalle sezioni, Eventi  Commenti disabilitati su Scientix: La comunità europea per i docenti STEM
Feb 172018
 

Scientix: La comunità europea per i docenti STEM

22 Febbraio 2017 – ore 15:30

Liceo Artistico Sabatini Menna
Via Pietro Da Acerno Salerno

Alcuni tra gli Ambasciatori Italiani di Scientix in collaborazione con l’Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, Sezione Campania vi invitano ad un workshop per presentare le risorse ed opportunità per i docenti nell’ambito del progetto Scientix

 

 

I partecipanti sono invitati a portare dispositivi come smartphone, tablet o pc per partecipare all’attività laboratoriale che si svolgerà al termine degli interventi

Segui l’evento su twitter @Scientix_it
Per iscrizioni: https://goo.gl/forms/oSew10tnZD5GUu4x2

Ci saranno fino a 25 posti disponibili. Verranno selezionati i primi iscritti.

Locandina workshop Scientix Salerno

Razza e dintorni: la voce unita degli antropologi italiani

 Eventi  Commenti disabilitati su Razza e dintorni: la voce unita degli antropologi italiani
Feb 172018
 

Razza e dintorni: la voce unita degli antropologi italiani

Mettere la conoscenza al servizio della battaglia civile e politica contro i razzismi: questa l’iniziativa proposta dagli antropologi che è stata presentata in una conferenza stampa  giovedì 15 febbraio a Roma presso la sala stampa della Camera dei Deputati. 

Si può aderire all’Appello per una informazione scientifica contro i razzismi, condiviso e sottoscritto dagli antropologi biologici e culturali di tutte le associazioni italiane di Antropologia,  scrivendo a : appelloantropologi@gmail.com

Appello alla politica dagli antropologi italiani

Open Schools for Open Societies

 Didattica & Progetti, Progetti  Commenti disabilitati su Open Schools for Open Societies
Feb 172018
 

La Fondazione Idis-Città della Scienza è partner del progetto europeo Open Schools for Open Societies – OSOS, del programma Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione, e Coordinatore nazionale per le scuole che parteciperanno all’azione.

Obiettivo principale del progetto OSOS è trasformare alcune scuole del territorio nazionale in Open School (scuole aperte) attraverso sia l’innovazione nell’insegnamento delle scienze che invitando famiglie, comunità locale, imprese, esperti, università e altre realtà presenti sul territorio, a lavorare insieme su progetti che soddisfino esigenze e sfide reali sia dell’intera società che delle comunità locali.

Ulteriori informazioni è possibile trovarle sia alla pagina OSOS (http://www.cittadellascienza.it/notizie/osos/) sul sito istituzionale di Città della Scienza che sul sito del progetto OSOS (https://www.openschools.eu/). In allegato la brochure del progetto. Open Schools for Open Societies

Gli insegnanti interessati possono contattare:
Rossella Parente
Innovazione Didattica 
SCIENCE CENTRE 
Fondazione Idis – Città della Scienza 
via Coroglio, 104 
80124 Napoli (I) 
www.cittadellascienza.it 
tel: 39+ 081.7352.406 
e-mail: parente@cittadellascienza.it 
skype: ross.parente

“Inquiry Based Teaching in Life Sciences” Massive Online Open Course

 AMGEN Teach, Progetti  Commenti disabilitati su “Inquiry Based Teaching in Life Sciences” Massive Online Open Course
Feb 152018
 

News about the dissemination pack for the upcoming Amgen Teach MOOC aimed at life science teachers.
Registration has just been opened on the EUN Academy website and will launch on Monday 12th March 2018!
Reach out to as many teachers as possible.

You can find the following documents attached:

 

Link to the promotional material: http://www.amgenteach.eu/mooc/promotion

The course hashtag is #AmgenTeachMOOC, so please use it to directly promote it or retweet it!


 

UNIVAX DAY

 Eventi  Commenti disabilitati su UNIVAX DAY
Feb 152018
 

UNIVAX DAY

Il 21 febbraio 2018, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, presso il Campus di Humanitas University si terrà l’evento educativo UNIVAX DAY
destinato agli studenti del quarto e del quinto anno delle scuole superiori sul ruolo fondamentale dei vaccini nell’ambito della tutela della salute pubblica.

L’evento è organizzato dalla Società Italiana di Immunologia, Immunologia Clinica e Allergologia (SIICA) e avrà luogo con lo stesso formato nella stessa giornata in molte Università italiane.
Interverranno la Professoressa Cecilia Garlanda (Professore associato di Patologia Clinica, Humanitas University) con un seminario sul sistema immunitario e il Professore Alberto Mantovani (Professore ordinario di Patologia Generale, noto immunologo ed esperto di divulgazione scientifica) con un seminario sul tema dei vaccini nella salute globale. 

Alle ore 9.15 sarà presente una navetta che trasferirà gli studenti da Piazzale Abbiate Grasso (fermata della linea verde) al Campus di Humanitas University.

Gli studenti intenzionati a registrarsi possono essere indirizzati alla seguente casella mail:info.medicine@hunimed.eu

In allegato la locandina dell’evento che potrete distribuire ai vostri studenti ed una lettera destinate a voi referenti degli istituti scolastici.

Locandina UNIVAX DAY 2018
Lettera invito UNIVAX DAY 2018

 

 

Orvieto Scienza 2018

 Eventi  Commenti disabilitati su Orvieto Scienza 2018
Feb 112018
 

Orvieto Scienza 2018   

Torna il 16 e 17 febbraio un appuntamento annuale in cui parlare di scienza e di promozione della scienza nella scuola. Due giornate dedicate ai rapporti tra scienza, scuola e società, nella cornice dell’accogliente città medievale del centro Italia. Questo il titolo: Fragile Italia, può il rischio diventare risorsa?

Iniziative per il Darwin Day

 Eventi  Commenti disabilitati su Iniziative per il Darwin Day
Feb 052018
 

Il Sistema Bibliotecario Museale di Unicam, in occasione delle iniziative del Darwin Day che ogni anno organizza nella commemorazione della nascita di Charles Darwin e per la celebrazione dei valori della ricerca scientifica, comunica la programmazione di due eventi previsti rispettivamente nei giorni: 26 e 27 febbraio 2018.

  • Lunedì 26 febbraio 2018, ore 10,00 presso il Centro Culturale del Benedetto XIII in Via le Mosse di Camerino Incontro con gli studenti degli Istituti Secondari Superiori alla presenza del Prof. Angelo Tartabini dell’Università di Parma e del Dott. Francesco Petretti, per parlare di tutela ambientale e del futuro del mondo vivente. L’iniziativa prevede anche la presentazione del libro:“Crimini contro l’Ambiente, tuteliamo le scimmie per salvare l’uomo”;
  • Martedì 27 febbraio 2018, a partire dalle ore 10,00, presso la sede dell’Istituto E.Betti di Camerino, incontro didattico che prende spunto da “Ethocebus” progetto congiunto tra Brasile, Italia e Stati Uniti. L’iniziativa dedicata agli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria sarà a cura delle Dott.sse  Noemi Spagnoletti e Chiara Lucisano, collaboratrici dell’Unità di Primatologia Cognitiva del C.N.R. di Roma, che con laboratori didattici ludico-espressivi e la proiezione del filmato “Uomini e scimmie nel sertão brasiliano” faranno conoscere ai ragazzi partecipanti le curiose caratteristiche di una scimmia, il cebo dai cornetti (Cebus apella), tipica della foresta brasiliana.
    Locandine: 
    Evento Darwin 26 febbraio
    Evento Darwin 27 febbraio

Per info consultare: https://sma.unicam.it/it  

Fb:Polo Museale d’Ateneo
Instagram:Unicam museum_system_unicam 

Twitter:PoloMusealeAten

Un’arma di precisione contro il DNA malato: una ricerca tutta italiana

 Biologia, Novità dalla ricerca  Commenti disabilitati su Un’arma di precisione contro il DNA malato: una ricerca tutta italiana
Feb 032018
 

Un’arma di precisione contro il DNA malato: una ricerca tutta italiana.

La tecnica del genome editing, dall’anno della sua scoperta, il 2012, è stata utilizzata nei principali laboratori di biologia molecolare e genetica del mondo. La tecnica del “taglia e incolla” utilizza, com’è noto, una guida di RNA e un enzima che taglia in un punto specifico il DNA che deve essere sostituito o riparato. La tecnica Crispr però non sempre si è dimostrata precisa, e gli effetti negativi che ne derivano possono essere molto pericolosi. Il punto cruciale del processo è la precisione con cui l’enzima, denominato Cas9, taglia la sequenza di DNA individuata dall’RNA che funziona da guida. La notizia pubblicata il 29 gennaio di questo anno su Nature Biotechnology porta tutte firme di ricercatori italiani, tra i quali, Antonio Casini, Michele Olivieri, Anna Cereseto. Si tratta di ricercatori del CIBIO (Centro di Biologia Integrata) dell’Università di Trento. Essi hanno messo a punto un metodo sperimentale di screening, con il quale hanno ottenuto una nuova molecola di enzima chiamata evoCas9. Il nome è giustificato dalla tecnica utilizzata per selezionare le varianti della proteina più efficaci; una evoluzione darwiniana, riferisce Anna Cereseto, a capo del team di ricercatori triestini. La proteina è stata inserita in un gruppo di cellule specializzate di lievito e si è aspettato di isolare le molecole di Cas9 che facevano meglio il loro lavoro di taglio.. La scoperta rende ancor più onore ai ricercatori trentini, se si considera  che i rivali americani in questo campo sono il MIT, Harvard e Berkeley. Del Cas9 campione di precisione, l’Università di Trento ha chiesto il brevetto. Alessandro Quattrone, direttore del CBIO è molto ottimista circa le possibilità aperte dalla scoperta fatta a Trento Essa troverà sicura applicazione per la cura di gravi malattie, come la fibrosi cistica, l’atrofia muscolare spinale e varie forme tumorali.

 Per saperne di più:

Nature Biotechnology, 29 gennaio 2018. A. Casini, M. Olivieri, A. Cereseto: A highly specific SpCas9 variant is identified by in vivo screening in yeast

Elena Dusi  in  Ricerche, Repubblica 31 gennaio 2018, pag.6

webmagazine.unitn.it/news/ateneo/33489/un-arma-di-precisione-contro-il-dna-malato

https://www.galileonet.it/2018/01/crispr-diventa-sempre-piu

 

Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni

 Osservatorio sulla natura, Scienza & Territorio  Commenti disabilitati su Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni
Gen 252018
 

Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni

Guida Naturalistica di Campo ai Molluschi Terrestri dei Monti Alburni

Biologia, ecologia, distribuzione e conservazione.

Quaderni della Biodiversità n.4

A cura di

Nicola MAIO, Agnese PETRACCIOLI; Paolo CROVATO, Ivano NIERO, Camillo PIGNATARO, Gaetano ODIERNA

 

Presentazione del Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

L’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni perseguendo la sua politica tesa a valorizzare lo stato di conservazione della biodiversità del proprio territorio ha deciso di presentare un altro “quaderno” della collana editoriale del Parco per approfondire la conoscenza della notevole varietà di forme della malacofauna terrestre presente sui Monti Alburni. I lavori fino ad oggi svolti su questo territorio sono scarsi e frammentari, tant’è che nel presente volume vengono citate per la prima volta numerose entità mai segnalate, alcune addirittura mai repertate nell’intera Campania.

Le ricerche sono durate a lungo nelle loro fasi di raccolta campioni, esame degli stessi, determinazione e studio delle specie, elaborazione dei risultati, ecc. e sono state condotte cercando di esplorare quanti più ambienti possibili al fine di ricavarne un quadro abbastanza esaustivo delle popolazioni malacologiche.

Lo studio è stato condotto allo scopo di soddisfare la curiosità dell’appassionato che voglia approcciarsi alla materia e che troverà nel testo particolari necessari al riconoscimento delle diverse specie e alla conoscenza delle loro abitudini. Non mancano spunti scientifici che dimostrano la serietà e la profondità degli studi condotti dagli autori. Diverse problematiche riguardanti la tassonomia sono state messe a punto, il che certamente servirà per ulteriori studi relativi alle singole specie. Le indagini genetiche fino ad oggi condotte da alcuni degli autori e quelle che seguiranno saranno determinanti per approfondire e sviluppare ulteriori ricerche.

La guida offre numerosissime immagini degli animali e degli ambienti in cui vivono che sicuramente forniscono un notevole supporto al testo scritto e che speriamo stimolino la curiosità del lettore suscitando in lui il desiderio di approfondire la conoscenza della grande e straordinaria biodiversità del nostro Parco.

Tommaso Pellegrino

Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni