Raffaele Sarnataro

Vincitore di STEM Discovery Campaign 2020 Scientix competition

 Dalle sezioni, Didattica & Progetti  Commenti disabilitati su Vincitore di STEM Discovery Campaign 2020 Scientix competition
Giu 272020
 

ANISN Lombardia – Polo di Milano ha il piacere di comunicare ai soci che il nostro collega Prof. Daniele   Brioschi è stato scelto come uno dei vincitori della selezione SCIENTIX 2020 STEM Discovery Campaign 2020 Scientix competition, con un’attività “A new balance”, una sfida sull’equilibrio dei corpi effettuata con Didattica a Distanza.

L’esperienza ha coinvolto tutti gli studenti di II media della scuola secondaria di Carimate (Co) e si è svolta a distanza con la collaborazione di tutti i docenti di scienze della scuola.(Proff. Luigi Manara, Domenica Notaro, Marco Levera e Ivana Lazzaro)

E’ significativo segnalare che il team di docenti aveva partecipato nella sua totalità con spirito costruttivo e aperto all’innovazione didattica al corso IBSE “Dallo Spazio alla Terra “, organizzato da ANISN  Lombardia per docenti di scuola primaria e secondaria di I grado nell’anno scolastico 2019/20.

Per conoscere i contenuti del progetto ecco il link del blog in inglese:

oppure in italiano :

Il vincitore è stato invitato da Scientix a partecipare a Brusselles al  Science Projects Workshop (SPWs) in the Future Classroom Lab quando le condizioni sanitarie lo permetteranno.

Ricordo della professoressa Daddabbo

 Senza categoria  Commenti disabilitati su Ricordo della professoressa Daddabbo
Giu 162020
 

Il consiglio direttivo dell’ANISN ricorda con affetto e riconoscenza la professoressa Luciana Daddabbo, figura di spicco della nostra Associazione per l’impegno costante, la pacatezza dei modi, la gentilezza con la quale ha saputo relazionarsi con i vari soggetti di questa comunità.

Convinta dell’importanza della vita associativa e della cooperazione tra individui, ha contribuito ad avvicinare i giovani alle discipline scientifiche, di cui aveva profonda e vasta conoscenza e, in vari modi, ha concorso alla loro diffusione, ritenendola indispensabile per un efficace esercizio della cittadinanza attiva.

Soluzioni e risultati Giochi delle Scienze Sperimentali Online 2020

 Giochi delle scienze Sperimentali, Olimpiadi & Giochi  Commenti disabilitati su Soluzioni e risultati Giochi delle Scienze Sperimentali Online 2020
Giu 082020
 

Congratulazioni a tutti i partecipanti alla “Gara online” dei Giochi delle Scienze Sperimentali 2020!

Sono disponibili i risultati della “Gara online” dei Giochi delle Scienze Sperimentali 2020.

Graduatoria Giochi online 2020

37 studenti hanno ottenuto punteggio pieno!

Sono disponibili, inoltre, le soluzioni alla prova:

Soluzioni prova Giochi delle Scienze Sperimentali online

Giochi delle Scienze Sperimentali online 2020

 Giochi delle scienze Sperimentali, Olimpiadi & Giochi, Senza categoria  Commenti disabilitati su Giochi delle Scienze Sperimentali online 2020
Giu 032020
 

AGGIORNAMENTO: La prova si è conclusa, grazie a tutti per la partecipazione!

Scarica la versione pdf: Comunicazione Giochi online

Agli studenti partecipanti

tramite i Referenti d’Istituto dei Giochi delle Scienze Sperimentali

Oggetto: Giochi delle Scienze Sperimentali online

Nell’impossibilità di svolgere in presenza la prova regionale e la successiva prova nazionale e nel desiderio di offrire comunque agli studenti l’occasione di cimentarsi in una sfida personale attraverso la quale migliorare la consapevolezza di sé anche a scopo orientativo, il Consiglio Direttivo dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali e il Comitato organizzatore dei Giochi delle Scienze Sperimentali e delle Olimpiadi di Scienze Naturali hanno predisposto una prova da svolgere online, per la quale si forniscono le seguenti indicazioni.

Data: La prova si svolgerà alle ore 10.00 del 3 giugno e si concluderà alle ore 11.20.
Partecipanti: Alla prova parteciperanno gli studenti di ciascuna scuola che sono stati selezionati per accedere alla fase regionale, il cui nominativo, tramite i referenti regionali, verrà comunicato al Comitato organizzativo.
Modalità di svolgimento: I concorrenti svolgeranno la gara da casa utilizzando un qualunque pc o dispositivo mobile (tablet, smartphone). È vietato ricorrere a libri, dispense, materiali web, essere aiutati da persone esterne e svolgere la gara “in squadra”. Si confida nel senso di responsabilità e di correttezza dei partecipanti.

A partire dalle ore 10.00 del 3 giugno il testo della prova in formato PDF potrà essere scaricato a questo link: http://www.anisn.it/nuovosito/giochi-delle-scienze-sperimentali-line-2020-prova/

Quando il concorrente riterrà di aver terminato la gara, potrà inviare i risultati dalla pagina
http://www.anisn.it/nuovosito/giochi-delle-scienze-sperimentali-2020-3/

A questo punto non saranno più possibili ripensamenti e modifiche. Eventuali risultati inviati dopo le ore 11.20 del 3 giugno non saranno considerati validi.
Graduatoria: Verranno predisposte una graduatoria nazionale e una graduatoria regionale, che, differentemente dagli anni precedenti, non comporteranno l’accesso a una fase successiva.
Graduatoria: La graduatoria, stilata in base al punteggio globale ottenuto sommando il punteggio dei singoli item, sarà pubblicata entro il mese di giugno nella sezione Giochi delle Scienze Sperimentali del sito dell’ANISN (http://www.anisn.it/nuovosito/category/olimpiadi-giochi/).

Eventuali richieste possono essere inoltrate via mail al referente regionale, il cui indirizzo di posta elettronica è riportato nel Bando e nel Regolamento dei Giochi delle Scienze Sperimentali 2020 (http://www.anisn.it/nuovosito/giochi-delle-scienze-sperimentali-2020/).

 

Qualche giorno prima della prova nel sito dell’ANISN saranno reperibili eventuali ulteriori indicazioni.

 Il Referente nazionale
Prof.ssa Paola Bortolon

Mar Glaciale Artico senza ghiacci

 Novità dalla ricerca, Scienza & Territorio, Scienze della Terra e del Cielo  Commenti disabilitati su Mar Glaciale Artico senza ghiacci
Mag 182020
 

Mar Glaciale Artico senza ghiacci

Il Mar Glaciale Artico potrebbe ritrovarsi libero dai ghiacci in estate prima del 2050. L’efficacia delle misure messe a punto per la protezione del clima determinerà quanto frequentemente e per quanto a lungo. Sono questi i risultati di uno studio diretto da Dirk Notz (Università di Amburgo, Germania), frutto della collaborazione di un team internazionale di ricercatori provenienti da 21 istituti in tutto il mondo, e che comprende anche autori della Fondazione CMCC Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici. Il team di ricercatori ha analizzato i risultati recenti di 40 diversi modelli climatici.

In passato i ricercatori hanno considerato la futura evoluzione della copertura di ghiaccio marino artico per uno scenario con elevate emissioni future di CO2, e scarse misure di protezione in favore del clima. Come previsto, con queste simulazioni il ghiaccio marino nell’Artico scompariva assai rapidamente in estate. Tuttavia, il nuovo studio rivela come il ghiaccio marino artico in estate scompaia occasionalmente anche se le emissioni di CO2 sono rapidamente ridotte. “Anche riducendo le emissioni globali rapidamente e in maniera sostanziale, e con ciò riuscendo a rimanere al di sotto dei 2 gradi di riscaldamento globale rispetto ai livelli pre-industriali, il ghiaccio marino nell’Artico potrebbe occasionalmente scomparire in estate anche prima del 2050. E questa è una notizia che ci ha veramente sorpreso”, ha commentato Dirk Notz, a capo del gruppo di ricerca.

Attualmente il ghiaccio alla deriva nel Mar Glaciale Artico intorno al polo nord è presente tutto l’anno. Ogni estate, l’estensione del ghiaccio marino si riduce, per aumentare di nuovo in inverno. In risposta all’attuale riscaldamento globale, l’area complessiva di Mar Glaciale Artico ricoperta dal ghiaccio marino si è rapidamente ridotta nel corso degli ultimi decenni, con gravi conseguenze per l’ecosistema artico e per il clima: la copertura di ghiaccio marino è il terreno di caccia e l’habitat di foche e orsi polari, e mantiene più fresca la regione artica riflettendo la luce solare.
Quanto frequentemente l’Artico perderà la sua copertura di ghiaccio marino in futuro, secondo questo studio dipenderà dai livelli delle future emissioni di CO2. Se le emissioni saranno ridotte in tempi brevi, anni liberi dai ghiacci si verificheranno solo occasionalmente. Per elevati livelli di emissioni, il Mar Glaciale Artico si ritroverà libero dai ghiacci nella maggior parte degli anni. Pertanto, gli esseri umani hanno ancora un impatto sulla frequenza con cui l’Artico perde la sua copertura di ghiaccio marino annuale.

Per saperne di più:

Articolo originale SIMIP Community (2020):Arctic Sea Ice in CMIP6, Geophysical Research Letters
Immagini del ghiaccio marino (download gratuito):
https://www.cen.uni-hamburg.de/en/about-cen/news/11-news-2020/2020-04-20-sea-ice-notz.htmlCredits immagini: Dirk Notz

https://tg24.sky.it/scienze/2020/04/24/mar-glaciale-artico-ghiaccio-estivo-scomparsa-2050

https://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2020/04/22/earth-day-clima-polo-nord-senza-ghiacci-in-estate-prima-del-2050_59a58321-cf52-48e5-81b2-356579b37313.html

https://www.globalist.it/science/2020/04/22/giornata-della-terra-prima-del-2050-il-polo-nord-sara-privo-di-ghiaccio-2056747.html

Mag 182020
 

Acqua su Marte

Mentre l’attuale superficie marziana è generalmente secca e fredda, la sua documentazione geomorfologica contiene prove convincenti per la precedente presenza di acqua liquida. Infatti 3,7 miliardi di anni fa su Marte c’erano molti grandi fiumi, che oggi sono probabilmente sepolti, e che sono esistiti per un lungo periodo, anche oltre 100.000 anni creando canali e banchi di sabbia come fa il Po sul nostro pianeta. La ricostruzione di quell’ antichissimo paesaggio è stata attuata attraverso una ricerca pubblicata su Nature Communications da Francesco Salese, della International Research School of Planetary Sciences (Irsps) dell’Università d’Annunzio di Pescara e dell’Università olandese di Utrecht. Allo studio hanno partecipato anche ricercatori francesi, olandesi e britannici.

Il fiume, i cui depositi sono visibili nella falesia marziana di Izola, oltre 3,7 miliardi di anni fa attraversava una grande pianura nel bordo nord-occidentale del bacino di Hellas nell’emisfero Sud di Marte, sfociando molto probabilmente in questo bacino che miliardi di anni fa avrebbe ospitato il più grande lago marziano, profondo oltre sette chilometri e dal diametro di 2.300 chilometri. Depositi fluviali sono stati scoperti grazie alle immagini inviate a Terra dallo strumento HiRISE ( High Resolution Imaging Science Experiment) del satellite Mars Reconnaissance Orbiter (Mro) della Nasa che cattura immagini di Marte con una risoluzione di 25 centimetri per pixel. Le immagini del satellite hanno permesso di individuare una struttura rocciosa ben esposta e preservata alta 200 metri.
 Mentre i fiumi si muovono, depositano sedimenti che si accumulano a strati. Lo sperone roccioso osservato è alto 200 metri – circa il doppio dell’altezza delle Bianche scogliere di Dover – e 1,5 chilometri di larghezza. Le rocce sedimentarie della scogliera risalgono a 3,7 miliardi di anni fa. Perché si formasse qualcosa di queste dimensioni, sarebbe stato necessario un fiume attivo da almeno 100.000 anni terrestri

Le evidenze geologiche di questo tipo sono molto importanti per cercare forme di vita.

Per saperne di più:

https://youtu.be/wqF4kX6dvMY

Ricostruzione 3D della struttura geologica che ha permesso di ricostruire l’antico fiume marziano (fonte: Francesco Salese)

https://www.newscientist.com/article/2242630-an-ancient-river-on-mars-may-have-flowed-for-100000-years/#ixzz6MQH1luWj

https://www.nature.com/articles/s41467-020-15622-0

https://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2020/05/05/su-marte-fiumi-simili-al-po-37-miliardi-di-anni-fa-_2d7a6837-4760-4127-8cfe-5b102d3bdf77.htm

http://www.blueplanetheart.it/2020/05/cerano-fiumi-simili-al-po-marte-37-miliardi-anni/

https://hirise.lpl.arizona.edu/


Schools Tune Into Mars (STIM)

 Didattica & Progetti  Commenti disabilitati su Schools Tune Into Mars (STIM)
Mag 182020
 

Schools Tune Into Mars (STIM)

A partire dal 4 maggio è possibile iscriversi al MOOC “Scuole Sintonizzate su Marte”, ospitato dalla European Schoolnet Academy per avvicinare gli studenti alla ricerca spaziale con dati reali di prima mano raccolti durante la missione InSight della NASA.

Il MOOC fornirà agli insegnanti le conoscenze e le competenze necessarie per insegnare concetti scientifici difficili che richiedono approcci interdisciplinari. Il contenuto del MOOC rimarrà disponibile oltre la durata del progetto insieme a una guida pedagogica che rimarrà scaricabile anche dopo la fine del progetto.

La missione InSight è un lander robot progettato per studiare l’interno profondo del pianeta Marte. Le missioni spaziali su Marte come InSight sono un ottimo spunto per coinvolgere gli studenti nell’apprendimento delle STEM e dell’educazione spaziale. Il corso offrirà quattro moduli, ognuno dei quali affronterà la questione da una diversa angolazione.

Il corso fa parte di un progetto Erasmus + che riunisce una rete di scuole e organizzazioni con un interesse per l’educazione spaziale e per gli studi relativi al pianeta Marte. Lo STIM School Label è un’iniziativa congiunta di:  Lycée International de Valbonne, France, European Schoolnet, Belgium., Asociación Española para la Enseñanza de las Ciencias de la Tierra, Spain.National Institute for Earth Physics, Romania.

Per iscriversi al MOOC: http://bit.ly/MarsMOOC

Per saperne di più:

Risorse utili su COVID-19

 Osservatorio sulla scienza, Scienza & Territorio  Commenti disabilitati su Risorse utili su COVID-19
Apr 142020
 

Link utili su Covid 19


 https://www.who.int/

Sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) (World Health Organization, WHO) in cui sono reperibili informazioni, indicazioni e proposte didattiche sul COVID 19 e report giornalieri sulla situazione pandemica.

 


https://ilbolive.unipd.it/

È una piattaforma comunicativa dell’Università di Padova, ricca di notizie, informazioni, che racconta la scienza, con l’autorevolezza dei suoi ricercatori e docenti.

 

https://www.sc19.it/

È un sito predisposto recentemente da un gruppo di studenti di Medicina e Biotecnologie della Scuola Superiore Sant’Anna, dell’Università di Pisa, della Scuola Normale Superiore e ALUMNI ANISN, con l’obiettivo di diffondere informazioni attendibili e smontare le fake news sul COVID-19.

Sono reperibili documenti di divulgazione scientifica, proposte didattiche e link a varie fonti governative e internazionali.

 


 https://www.thelancet.com/

Sito di “The Lancet”, una tra le riviste mediche più antiche, prestigiose e conosciute al mondo, nel quale sono reperibili articoli sulle attuali ricerche su COVID 19.

 

https://www.nature.com/

Sito di una delle più antiche ed importanti riviste scientifiche esistenti, contiene informazioni sulle ricerche in corso su terapie e vaccini per il Coronavirus.

 

https://www.nature.com/nature/articles?type=nature-briefing

 

Rubrica gestita dalla rivista Nature, quotidianamente vengono rilasciati briefing che includono un’attenta selezione degli aggiornamenti scientifici più significativi da fonti affidabili e completamente scientifiche. Al momento, una parte consistente degli aggiornamenti riguarda COVID-19. Per iscriversi alla newsletter e ricevere i briefings, si può usare il seguente link https://www.nature.com/briefing/signup/.

 

https://www.ama-assn.org/

Sito della American Medical Association, la più grande associazione di medici e studenti di medicina degli Stati Uniti, pubblica informazioni sull’epidemiologia del Coronavirus e indicazioni di tipo diagnostico anche per comuni stakeholders.

 

 

https://www.epicentro.iss.it

Sito di EpiCentro, uno strumento di lavoro per gli operatori di sanità pubblica, prodotto per migliorare l’accesso all’informazione epidemiologica, nell’ambito del servizio sanitario, tramite l’uso della rete internet. Attualmente, EpiCentro  è coordinato scientificamente dal Centro Nazionale per la Prevenzione delle malattie e la Promozione della Salute (CNAPPS) dell’Istituto Superiore di Sanità.

 

https://www.lincei.it/it/article/covid-19-executive-report

Sito del Rapporto COVID-19 dell’Accademia Nazionale dei Lincei, un documento sviluppato dai soci dell’accademia Guido Forni e Alberto Mantovani insieme al prof. Maurizio Cecconi dell’Università-Medicina Humanitas di Milano e aggiornato mensilmente.