Mar 052014
 

Programma Scientiam Inquirendo Discere – SIDSID_nazionale

Nell’anno scolastico 2011-2012  l’ANISN e l’Accademia dei Lincei con il supporto del MIUR hanno avviato un Programma pluriennale denominato “Scientiam Inquirendo Discere” che ha la finalità di disseminare su ampia scala l’Inquiry Based Science Education – IBSE in Italia grazie in collaborazione con il Il Programma francese La main à la pâte.
Due sono i principali punti di forza:

Il programma operativo è stato sviluppato in coerenza con quanto delineato nell’accordo di cooperazione e nel protocollo esecutivo sottoscritto dall’Accademia dei Lincei e l’Académie des Sciences il 6 Maggio 2010 e quanto specificato nel protocollo d’intesa traAccademia dei Lincei e MIURdel 4 Novembre 2010 e rinnovato il 4 Marzo 2013, che per lo specifico punto riporta: “di promuovere (d’intesa con il MIUR e in collaborazione con l’Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali) presso la scuola, a tutti i livelli, un metodo innovativo di insegnamento delle scienze che prende spunto dal progetto La main à la pâte, metodo pedagogico già ampiamente diffuso in Europa ad iniziativa delle più importanti Accademie, che si fonda sul metodo sperimentale per l’insegnamento delle scienze ed è oggetto di accordo di collaborazione tra l’Accademia Nazionale dei Lincei e l’Académie des Sciences”.
Essenziale per l’architettura strutturale e funzionale del Programma SID nel suo complesso, in coerenza con programmi analoghi sviluppati in altri paesi europei, e nello specifico della delineazione anche operativa del modello di “centro pilota” italiano, è stata:
o la partecipazione dell’ANISN al Progetto Fibonacci del Settimo Programma Quadro dell’Unione Europea, che ha mirato alla diffusione cooperativa dell’IBSE in Europa ma con modalità che si adattassero alle specificità nazionali e locali. Il Progetto Europeo Fibonacci.è stato coordinato dal programma francese La main à la pâte (Académie des Sciences, Institut National de Recherche Pédagogique, École Normale Supérieure) dal 2010 al 2013 ed ha coinvolto 30 partners da 24 paesi raggiungendo risultati di grande valore e ricevendo importanti premi Europei.
o La cooperazione dell’Accademia dei Lincei progressivamente più attiva nel gruppo di Science Education dell’ ALLEA (ALL European Academies) e la promozione di iniziative comuni nel quadro della diffusione dell’IBSE in Europa.

Il Programma SID è principalmente rivolto ai docenti (e di conseguenza agli studenti) della Scuola Primaria e Secondaria di 1° grado, che com’è noto da indagini anche nazionali rappresenta l’anello più debole del sistema scolastico Italiano pur rivestendo un ruolo fondamentale di snodo educativo, ma il programma SID è aperto anche alla Scuola dell’Infanzia e al biennio delle scuole secondarie superiori di 2° grado mirando ad una sostanziale continuità nell’approccio nell’insegnamento – apprendimento delle Scienze Naturali nell’intera fascia dell’obbligo.

Il Programma SID ha una governance multilevel con organi consultivi e operativi nazionali e nuclei organizzativi ed operativi locali denominati centri pilota. Una rete di trainers e di docenti sperimentatori afferisce a ciascun centro pilota che si configura come un centro di ricerca didattica, di formazione docenti, di interazione sinergica e continua con scienziati, di supporto al lavoro in classe e di propulsore della diffusione anche mediante la cooperazione con altri enti del territorio.I centri pilota sono ospitati in prestigiose istituzioni scientifiche con sedi nelle maggiori città Italiane.

Il Programma SID fa parte del Progetto “I lincei per un nuova didattica” coordinato dall’Accademia dei Lincei www.linceieistruzione.it

Responsabile Nazionale del Programma SID : prof.ssa Anna Pascucci 

Di seguito le sedi, i responsabili locali e l’anno di avvio del centro pilota SID:

CENTRO PILOTA SID NAPOLI (attivato nel 2010/2011)
Sede: Stazione zoologica Anton Dohrn, Villa Comunale – Napoli
Responsabili: Giulia Forni e Antonella Alfano (ANISN)
Giancarlo Vecchio (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID VENETO (attivato nel 2011/2012)
Sede: Istituto Comprensivo “A.G. Roncalli” – Rosà (VI)
Responsabile: Paola Bortolon (ANISN)
Gian Antonio Danieli (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID ROMA (attivato nel 2011/2012)
Sede: Liceo Statale Terenzio Mamiani – Roma
Responsabile: Anna Lepre (ANISN)
Giuseppe Macino (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID PISA (attivato nel 2011/2012)
Sede: Scuola Normale Superiore – Pisa
Responsabile: Isabella Marini (ANISN)
Giuseppina Barsacchi (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID MILANO (attivato nel 2012/2013)
Sedi: Acquario Civico di Milano, Istituto comprensivo statale “Leonardo da Vinci” – Limbiate (MB)
Istituto Lombardo di Lettere e Scienze  Milano

Responsabili: Rosanna La Torraca e Franca Pagani (ANISN)
Francesco Clementi (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID BARI (attivato nel 2013/2014)
Sede: Università degli studi di Bari “Aldo Moro”
Responsabile: Rosa Roberto (ANISN)
Giovanni Martelli (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID TORINO (attivato nel 2013/2014)
Sede: Liceo Classico Vincenzo Gioberti – Torino
Responsabile: Silvio Tosetto (ANISN)
Aldo Fasolo (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID Basilicata (attivato nel 2014/2015)
Sede: Università della Basilicata
Responsabile: Rosanna Musolino (ANISN)
Vincenzo Schettino (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID SARDEGNA (attivato nel 2014/2015)
Sede: Università di Sassari
Responsabile per Sassari: Mauro Solinas (ANISN)
Responsabile per Cagliari: Cristina Mereu (ANISN)
Piero Cappuccinelli (Accademia dei Lincei)

CENTRO PILOTA SID FIRENZE (attivato nel 2016/2017)
Sede: Università di Firenze
Responsabile: Claudia Polverini (ANISN)
Roberto Casalbuoni (Accademia dei Lincei)

Eventi Risorse folder
Eventi Risorse Programmi annuali

English version
http://www.slideshare.net/Scientix/scientix-5th-spne-london-24-april-2015-sid
http://www.anisn.it/nuovosito/wp-content/uploads/2015/12/SID-develop-inquiry-based-science-education-in-italy-.pdf

French version
http://www.resolis.org/fiche-pratique/-scientiam-inquirendo-discere-apprendre-les-sciences-en-experimentant-en-italie/475